05/12/2014
LATTEX+ w/ RON MORELLI

RON MORELLI (L.I.E.S // USA)

"I grew up in Long Island, a gigantic suburb 40 minutes east of New York City. I was a product of what was around me at the time, directly influenced by the back pages of Thrasher magazine and the other contents within. During the early-to-mid ’80s—when I was coming up in the ranks as a teenager—pop music was at a peak in certain ways, with hip-hop becoming a musical/cultural movement and Public Enemy and N.W.A. scaring the shit out of white bread America whilst crashing head-on with what was left of punk rock."

Si presenta in questo modo Ron Morelli, owner di Long Island Electrical Systems (L.I.E.S.), etichetta di Brooklyn tra le più rilevanti per quantità e qualità della proposta, al punto da meritarsi il riconoscimento di miglior etichetta del 2012 dalla voce autoritaria di Resident Advisor. L.I.E.S. è un'etichetta puramente americana, radicata nella cultura underground locale delle ultime due decadi, quel filo sottile che collega l'epopea Punk Hardcore al Noise, passando per l'esperienza seminale dell'Hip Hop. Da questo tipo di pratiche produttive ogni uscita L.I.E.S. ne ha colto una lezione, arrivando a forgiare un suono decisamente singolare ed off-beat, pur rimanendo in confini Techno o House, senza lesinare mai escursioni in territori avventurosi, dove solamente pochissimi (Pete Swanson, per citarne uno; e non a caso parliamo di un artista proveniente dal Noise tout court) si erano spinti. E non è un caso che le uscite di Ron Morelli, come ad esempio l'ottimo "Spit" o il più recente "Periscope Blues", siano pubblicate da Hospital Production, l'etichetta di Dominick Fernow (Prurient), fino a qualche anno fa radicalmente Harsh Noise/Power Electronics. E' evidente ormai il fatto che le pratiche produttive del Noise abbiano infettato la Techno, così come diversi prime-mover dell'underground americano siano ormai convertiti al four to the floor. Di queste tendenze "off", L.I.E.S. ne è stata il motore propulsivo, attraverso numerose uscite - spesso con tirature molto DIY di mille copie - distribuite negli ultimi quattro anni (Delroy Edwards, Svengalisghost, Jahiliyya Fields, Simoncino, Gunnar Haslam e Legowelt, giusto per citarne alcuni).